Firmata l’ipotesi di accordo del contratto del settore turismo

Pubblicato:
Aggiornato:

Sarà illustrato nelle assemblee dei lavoratori dei prossimi giorni l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti dei settori dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva e commerciale e del turismo firmata mercoledì scorso, 5 giugno, da Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, con le associazioni datoriali della Fipe Confcommercio imprese, con Legacoop e l’Agici-Servizi. L’accordo a regime, per il periodo 2024 - 2027, prevede un incremento di 200 euro riparametrati al 4° livello.

«La nostra speranza è che con questo rinnovo le mansioni tipiche del settore ristorazione ovvero dal barista al cameriere di sala fino all'addetto alla cucina possano ritornare appetibili per il personale e per l'avvio dell'imminente stagione» commenta Graziano Dominidiato, presidente Fipe Confcommercio Valle d'Aosta, dopo il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro Tra le principali novità dell'accordo, siglato il 5 giugno, vi sono appunto l'aumento di 200 euro in busta paga, il rafforzamento dell'assistenza sanitaria integrativa, la revisione dell'inquadramento del personale e il rafforzamento delle normative in materia di diritti individuali.

«Il rinnovo di questo contratto - prosegue Graziano Dominidiato - rappresenta un risultato importante in vista anche della stagione estiva. Aver sottoscritto il contratto in questo contesto, dopo i danni delle tante recenti emergenze, è segno di responsabilità sociale, capacità di visione, competenza tecnica e coraggio di tutte le parti presenti al tavolo negoziale».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031