Festival delle Arti: i Balmetti diventano un museo a cielo aperto

Pubblicato:
Aggiornato:

Con il coordinamento dell’architetto Marina D’Onofrio e la presentazione artistica degli studenti dell’Istituto Comprensivo di Settimo Vittone, oggi, sabato 6 aprile, ai Balmetti di Borgofranco d’Ivrea, a partire dalle 11, vengono aperte al pubblico le postazioni artistiche di Daniela Borla, Roberto Croin, Ettore Della Savina, Alessio Torzi, Ezio Francescotti, Sara Marcella, Guglielmo Marthin, Sandra Baruzzi, Sebastiano Yon, Marco Angelo Pepè, Ventura Nino, Vincenza De Ruvo, Maria Pia Taverna, Roberto Perino, Irene Vella, Maria Teresa Nuzzi e degli alunni dell’Accademia Belle Arti di Torino. Si tratta di un progetto territoriale, chiamato Festival delle Arti, condiviso da enti, associazioni e artisti, con il patrocinio della Città Metropolitana e dell’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. Tra gli ospiti presenti i Maestri Artisti Artigiani di Wenzhou, Zhang Liang e Zhang Changcai dell’Associazione Nuova Generazione Italo-Cinesi. Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, spazio dedicato alle poesie sui Balmetti e l’Ora, nel ricordo di Lucia Broglio e Mario Clemente, con la declamazione di Marilena Nocoletta “La legenda dl’ora” e di Emilio Giachino “Quando calura infuria”. Alle 15.15 le letture in presenza degli autori e autrici degli elaborati poetici e l’assegnazione delle menzioni. Infine, alle 17, Gianni Broglio e Enrico Giglio Tos presenteranno le opere “Tracce di vita vissuta” e “Borgofranco d’Ivrea: la montagna che respira”.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031