Dal giornale

Da Pechino le impressioni di Didier Bionaz

Da Pechino le impressioni di Didier Bionaz
Dal giornale 05 Febbraio 2022 ore 19:55

Sale l’attesa per l’inizio delle Olimpiadi di Pechino che per il biathlon scattano oggi, sabato 5, alle 10 con la prima delle 11 competizioni in programma, la staffetta mista senza valdostani. Samuela Comola dovrebbe prendere parte all’individuale in programma lunedì prossimo, 7 febbraio, con Michela Carrara con ogni probabilità a riposo. Buone sono le possibilità di partecipare all’individuale di martedì 8 per Didier Bionaz, viste le convincenti prestazioni stagionali. Alla vigilia dell’appuntamento olimpico nessuno conosceva le caratteristiche del complesso di Zhangjiakou, in quanto lo scorso inverno era saltata la tappa di Coppa del Mondo pre-olimpica. “Le temperature negli scorsi giorni sono state gelide, - racconta Didier Bionaz - intorno ai meno 15, per fortuna è previsto un rialzo. Inoltre, il vento è costante e aumenta leggermente d’intensità proprio in corrispondenza del tramonto, orario in cui sono previste le competizioni. Il tracciato, invece, presenta una neve molto lenta ed è parecchio nervoso con tante curve, non ci sono salite impegnative, ma è difficile perché bisogna essere continuamente in spinta e non ci sono tratti per rifiatare.”

Intanto giovedì 3, il grande campione norvegese Tarje Boe in un’intervista ha raccontato di avere investito Samuela Comola lanciato in discesa, quando al termine del pendio si è trovato davanti l’alpina di Champorcher. Fortunatamente non è successo nulla di grave, a parte la rottura della carabina e di un bastoncino del norvegese, tra i favoriti per le medaglie.

Europei, Beatrice Trabucchi

decima nell’Inseguimento

Beatrice Trabucchi ha chiuso la settimana di Arber in Germania, dedicata agli Europei, nel migliore dei modi. Infatti, la ragazza di Brusson ha ottenuto il terzo piazzamento consecutivo tra le prime 10, dopo il nono posto nell’individuale che nella sprint, grazie alla decima posizione nell’inseguimento di sabato scorso, 29 gennaio, nonostante i 6 errori al poligono. La gara è stata pesantemente condizionata dal forte vento che ha messo in difficoltà le atlete ed ha visto la vittoria della moldava, ma russa d’importazione, Alina Stremous. “Sono molto contenta perché finora non ero mai entrata nelle 10, - commenta Beatrice Trabucchi - oltretutto farlo agli Europei dove il livello è più alto visto che erano presenti parecchie atlete di Coppa del Mondo che non si sono qualificate per le Olimpiadi rappresenta una bella soddisfazione. L’inseguimento è stata una delle gare più difficili che abbia mai fatto: il vento era fortissimo non riuscivo a mantenere la posizione nella serie in piedi, inoltre c’era anche la nebbia, però nonostante 6 errori sono arrivata decima. Ora mi voglio concentrare sui Mondiali Juniores ai quali sono sicura di partecipare.”

Giovedì scorso, 3 febbraio, è iniziato il settimo appuntamento di Ibu Cup sulle nevi di Nove Mesto nella Repubblica Ceca. Nella sprint Beatrice Trabucchi ha trovato nuovamente lo 0 al poligono dimostrando ancora una volta grande solidità al tiro. La precisione le ha permesso di chiudere 18esima a 1’31”4 dalla vincitrice, la francese Caroline Colombo. La tappa ceca prosegue oggi, sabato 5, con un’altra sprint.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031