Dal giornale

Da lunedì 15 la Valle d’Aosta è di nuovo zona arancione

Dal giornale 13 Marzo 2021 ore 05:29

Da lunedì prossimo, 15 marzo, la Valle d’Aosta tornerà in zona arancione. Lo stabiliscono le nuove ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza.

Una volta emanate, sarà la volta di quella regionale che adegua alcune misure al contesto locale. Con la zona arancione torneranno ad abbassarsi le serrande di bar e ristoranti, che potranno comunque continuare con l’asporto e la consegna a domicilio.

Rimangono invece aperte le scuole, anche le superiori, in presenza al 50 per cento. Tutto ciò perché con l’aumento dei contagi e l’Rt che da 1,21 è passato a 1,4 a nostra regione deve dire addio alla zona gialla. La classificazione complessiva di rischio della Valle d’Aosta da “moderata ad alta probabilità di progressione” diventa “moderata”, con una crescita tuttavia di casi e focolai. I casi di Covid-19 durante la scorsa settimana sono saliti a 93 (74,38 ogni 100 mila abitanti, erano 60,78 nei sette giorni prima).

Ieri, venerdì 12. il Consiglio dei Ministro ha varato anche il nuovo decreto legge con la nuova stretta delle misure per Pasqua. L’Italia si tingerà di rosso nei giorni di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile, comprese Pasqua e Pasquetta. In questi giorni sarà comunque consentito, in ambito regionale, lo spostamento verso una sola abitazione una volta al giorno a 2 persone con minori di 14 anni.

Da lunedì 15 marzo a martedì 6 aprile la zona rossa si applicherà inoltre alle regioni nelle quali l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti, sulla base dei dati validati dell’ultimo monitoraggio disponibile.

Nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta sono stati rilevati 28 nuovi casi positivi al Covid-19 a fronte di 118 persone sottoposte a tampone. Non ci sono stati nuovi decessi. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano della Regione Valle d'Aosta sulla base dei dati diffusi dall'Usl. I guariti sono 11, mentre il numero totale di attuali contagiati è di 247, 17 in più di giovedì 11. I ricoverati nell'Ospedale regionale “Umberto Parini” di Aosta restano 14, di cui 2 nel Reparto di Rianimazione.

Con le nuove restrizioni tornano anche le proteste. Infatti lunedì prossimo, 15 marzo, alle 10, nella prima giornata di zona arancione, la filiera della somministrazione della Valle d’Aosta è scende di nuovo in piazza Chanoux nel capoluogo regionale.

«L’annullamento della stagione turistica 2020-2021 e una parte di quella 2019-2020 hanno pesantemente compromesso l’economia delle aziende valdostane» evidenzia una nota chiedendo «Risposte concrete» alla politica valdostana. «Al compleanno del mantra “andrà tutto bene” - si legge ancora - il tempo è scaduto, abbiamo bisogno di un segnale concreto entro il primo giorno di primavera…. e speriamo lo sia!».

In piazza Chanoux ci saranno i rappresentanti di ogni categoria dell’intero comparto terziario regionale.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930