Cva, approvato il progetto di bilancio Super dividendo di 75 milioni di euro

Cva, approvato il progetto di bilancio Super dividendo di 75 milioni di euro
Pubblicato:
Aggiornato:

Negli ambienti della Cva, la Compagnia Valdostana delle Acque, si parla senza mezzi termini di un bilancio eccezionale, dopo che il Consiglio di amministrazione ha approvato sabato scorso, 22 giugno, il progetto del documento contabile 2023, presentato venerdì alla convention dei dipendenti. La proposta di bilancio andrà ora all’esame dell’assemblea degli azionisti - cioè Finaosta - di mercoledì 10 luglio prossimo, con l’indicazione di deliberare un dividendo complessivo di 75 milioni di euro, che quindi entrerà nelle casse della finanziaria regionale per sostenere le future attività di sviluppo a favore della nostra comunità.

Dati alla mano i numeri del Gruppo CVA nel 2023 sono leggermente inferiori a quelli del 2022, i ricavi generati ammontano a 1.658 milioni (meno 4 per cento rispetto ai 1.728 del 2022) e l’utile netto passa a 158 milioni, 6 in meno del 2022, con una variazione 2,9 per cento. La differenza però è che tra il 2022 e il 2023 il prezzo dell’energia è crollato addirittura del 58 per cento, andando ad allinearsi ai livelli del 2021 quando il fatturato di CVA era di 710 milioni e l’utile di 133, ecco spiegato il perché nell’ambiente venga commentato come eccellente il un bilancio 2023.

Inoltre CVA nell’anno passato ha sviluppato la propria presenza nel mercato dell’efficienza energetica. “Se confrontati con i dati storici, i risultati economici, finanziari e di sostenibilità registrati da CVA nel 2023 - spiega il presidente del Gruppo Marco Cantamessa - mostrano un evidente e importante passo in avanti nella sua strategia di crescita e diversificazione. Si consolidano le performances del 2022, ottenute grazie alla capacità di saper gestire la volatilità dei mercati, cui si aggiunge una componente di crescita, ottenuta sia per linee interne che tramite acquisizioni ben mirate e attentamente integrate. Tutto ciò permette di confermare il ruolo di CVA nello sfidante processo di transizione ecologica, a livello regionale e nazionale.”

Il Gruppo, avvalendosi dell’opera di di 717 collaboratori (con una sessantina di nuove assunzioni nel 2023), tramite la società DEVAL, ha distribuito 866 GWh, servendo 129.038 punti di consegna, mentre la CVA Energie ha servito 3.395 GWh sul mercato libero, con un incremento del 111 per cento rispetto ai 1.610 GWh del 2022, per 120.425 clienti al 31 dicembre 2023. Inoltre l’’anno 2023 ha visto un recupero nei volumi di energia prodotta rispetto al precedente esercizio, anche grazie al migliore andamento idraulico, con la prospettiva ora del rifacimento degli impianti di di Hône 2 e Chavonne.

«Siamo soddisfatti - commenta l’amministratore delegato Giuseppe Argirò - dei risultati economico finanziari del 2023 ma anche, e soprattutto, della capacità del Gruppo di implementare con successo l’attuazione del proprio piano di sviluppo industriale al 2027. Nel 2023 CVA ha dato ancora prova di una forte capacità nel perseguire i propri obiettivi di crescita attraverso delle azioni di sviluppo, avviando lo scorso anno un importante percorso di diversificazione della propria capacità produttiva.»

Un percorso di sviluppo sostenibile che avanza e rispetto al quale il Gruppo CVA si pone come attuale leader della transizione energetica ed operatore responsabile, basti pensare che corso del 2023 l’attività di produzione di energia, tutta esclusivamente da fonti rinnovabili di CVA ha consentito di evitare emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera per più di 1,3 milioni di tonnellate.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031