Contributi a Consorzi di miglioramento fondiario, Consorterie ed enti locali gestori di opere irrigue

Contributi a Consorzi di miglioramento fondiario, Consorterie ed enti locali gestori di opere irrigue
Pubblicato:
Aggiornato:

È possibile presentare le domande di contributo per le spese di gestione, funzionamento e manutenzione ordinaria delle opere di miglioramento fondiario di competenza dei consorzi di miglioramento fondiario, delle Consorterie e degli enti locali gestori di opere irrigue.

I criteri applicativi di riferimento sono quelli approvati con la deliberazione della Giunta regionale numero 815 del 2023 e le principali novità, rispetto alle vecchie disposizioni, riguardano l’introduzione di nuove tipologie di spese ammesse a contributo e l’innalzamento a 50 mila euro del massimale di spesa per i costi del personale dipendente. Inoltre, il tasso di aiuto a favore dei consorzi di miglioramento fondiario sarà determinato considerando l’emissione dei ruoli consortili e la media biennale della liquidità, dati desumibili nei bilanci, che, anche in un’ottica di uniformità, dovranno essere redatti secondo lo schema-tipo approvato dalla Giunta regionale. Infine, nell’ottica di fornire maggiore sostegno ai consorzi di miglioramento fondiario, il contributo per assicurazioni sarà loro erogato in percentuali fisse e più alte rispetto a quelle previste per le altre tipologie di spesa.

«Dopo essere riusciti l’anno scorso a finanziare il contributo massimo concedibile, pari al 65 per cento, dando così una risposta concreta, - sottolinea l’assessore all’Agricoltura e Risorse naturali Marco Carrel - è importante continuare a supportare i consorzi che operano sul nostro territorio, preservando e mantenendo in vita le numerose infrastrutture rurali ed irrigue presenti nella nostra regione. Con l’applicazione delle nuove disposizioni, a partire da quest’anno, è stata riservata maggiore attenzione ai Consorzi maggiormente virtuosi nella gestione dell’ente e che ripongono maggiore attenzione al loro funzionamento. A partire dalle spese sostenute nel 2023 è previsto un contributo maggiore rispetto al passato per quanto riguarda i premi relativi alle polizze assicurative».

Le domande per accedere ai sostegni devono essere trasmesse, entro mercoledì 31 luglio, tramite la piattaforma informatica online, già attiva da alcuni anni e disponibile sul sito della Regione, nella sezione tematica Agricoltura.

Accedendo alla pagina è inoltre possibile consultare un documento contenente le istruzioni per l’utilizzo della piattaforma e il testo della deliberazione della Giunta regionale in materia.

Per ogni informazione supplementare, è possibile contattare i referenti dell’Ufficio consorzi di miglioramento fondiario e consorterie telefonando ai numeri 0165 275362, 0165 275372 e 0165 275283.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031