Dal giornale

Confidi e Valfidi, dopo le fusioni nuovo nome dal 1° gennaio

Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 06:18

Da venerdì 1° gennaio scorso è operativa la fusione tra il Confidi Centro e il Confidi Valle d’Aosta. E’ nato così il nuovo Confidi Centro Nord che si presenta sul mercato con oltre 3.500 soci, un patrimonio di 34 milioni di euro e garanzie per oltre 155 milioni di euro. «Il nostro compito rimane lo stesso di sempre. - scrive in una lettera ai soci il presidente del Confidi Valle d’Aosta Pierre Noussan - Supportare, far crescere e sostenere le nostre imprese in tutte le stagioni e con tutti i mezzi a nostra disposizione, mettendo sempre al centro l’imprenditore e la sua impresa. In questi primi mesi che ci aspettano, dovremo completare l’effettiva integrazione delle nostre strutture e dei nostri collaboratori che già da mesi si stanno preparando a questo fondamentale passaggio. La nostra forza non sarà data soltanto dalle ingenti risorse finanziarie di cui disponiamo ma soprattutto dalla composizione di una squadra più grande, più variegata e ancora più competente, pur mantenendo e garantendo sul territorio di appartenenza, quella capacità di interpretazione e di anticipazione delle sfide che ci aspettano e che ci vedranno sempre al vostro fianco».

Il consiglio di amministrazione sarà quindi presieduto da Pierre Noussan e ne faranno parte i valdostani Filippo Gérard (consigliere delegato), Alessandra Bich, Giancarlo Giachino, Alfredo Lingeri e Luciano Maquignaz, oltre a Gianni Odisio presidente del collegio sindacale. «In quota» Confidi Centro nel cda vi sono i vicepresidenti Antonio Paci e Silvio Pascolini e i consiglieri Giovanni Belli, Pietro Carboni, Federico Cecchi e Cinzia Tardioli. Direttore generale Silvia Puliti, del collegio sindacale Massimiliano Brogi e Enrico Dragoni affiancheranno Gianni Odisio.

Intanto, per restare in argomento, sempre dal 1° gennaio scorso, in seguito alla fusione per incorporazione di Confartigianato Fidi Cuneo, Valfidi ha cambiato la sua denomiazione sociale in Alpifidi, estendendo la sua operatività fino alla Liguria.

Presidente è Laurent Vicquery, gli altri valdostani nel consiglio di amministrazione sono il vicepresidente Salvatore Chiofalo, Andrea Caruso, Davide Fiore, Stefano Fracasso, Massimo Pesando, Michele Mattia Sisto e Adriano Valieri, ai quali si affiancano i piemontesi Giacomo Anfossi, Ugo Arnulfo, Pier Felice Chiambrando e Roberto Ganzinelli. Sede legale, direzionale e amministrativa in Valle d’Aosta e una sede operativa a Cuneo, conta complessivamente 25 dipendenti.

«Siamo soddisfatti di aver risposto tempestivamente alle sfide imposte dalla vigilanza e dal mercato del credito, rafforzando il nostro confidi grazie un’operazione di fusione per incorporazione e superando con sicurezza la soglia minima di attività finanziarie richieste dall’attuale normativa» sottolinea il presidente di Alpifidi, Laurent Vicquéry. «Valfidi continua dunque la sua strada con un nuovo nome, Alpifidi, rimanendo salda ai suoi principi di mutualità e supporto alle piccole e medie imprese e guardando con interesse alla nuove opportunità che offre l’essere oggi un player nazionale».

Alpifidi conta su oltre 8.000 soci, 170 milioni di attività finanziarie, 19 milioni di patrimonio, 135 milioni di stock di garanzie, finanziamenti e affidamenti per oltre 300 milioni.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031