Dal giornale

Cinquantacinque anni fa la scomparsa di Corrado Gex Tragico incidente che ha segnato la storia valdostana

Dal giornale 24 Aprile 2021 ore 12:36

Esattamente 55 anni fa, il 25 aprile 1966, moriva Corrado Gex, uno dei personaggi più illustri della politica e della cultura valdostana. Il suo Pilatus Porter si schiantò in un’area boschiva del Comune di Castelnuovo di Ceva, in provincia di Cuneo. Le circostanze che portarono alla morte posero vari interrogativi mai risolti, tanto che nel 2019 la Procura di Cuneo ha aperto una nuova inchiesta sull'accaduto.

Corrado Gex nasce il 12 aprile 1932 a Leverogne, villaggio di Arvier, figlio di Lucien Gex e Anita Coccoz, originaria di La Salle. Studente universitario a Torino, nel 1957 consegue la laurea in giurisprudenza con lode. All'età di 27 anni è eletto al Consiglio Valle e subito nominato Assessore della Pubblica Istruzione. Promosse la distribuzione gratuita di libri a tutti gli studenti delle scuole elementari. Si dimise nel 1963 per assumere la carica di deputato, rappresentante della Valle d'Aosta nel Parlamento, dove fu eletto da una coalizione comprendente le forze della sinistra e l'Union Valdôtaine.

Proprio il suo grande amore per il volo in montagna, che gli valse la prima autorizzazione ad atterrare su un ghiacciaio, lo portò alla morte, il 25 aprile 1966.

A Corrado Gex è dedicato l'Aeroporto di Aosta e l'Istituzione Scolastica di Istruzione Tecnica e Professionale di via Chambéry, a Aosta.

Proponiamo quindi un contributo di Jeannette Fosson, un lucido ricordo delle ore in cui venne a conoscenza della tragedia.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè