Dal giornale

Cesare Ollier, la guida che conosceva la Val Ferret come le sue tasche

Cesare Ollier, la guida che conosceva la Val Ferret come le sue tasche
Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 01:37

“Attaquons”. Era questa la parola che Cesare Ollier pronunciava sempre prima di iniziare una scalata. Che fosse un’ascesa al Monte Bianco o una passeggiata sui ghiacci del Toula non importava troppo, come neppure se il cliente fosse francese o italiano e - quindi - potesse capire o meno le sue parole. Il suo “attaquons” era il segnale per far iniziare una nuova avventura: Cesare Ollier - come gran parte dei suoi avi - aveva la montagna nel sangue e per lui, nato nel 1940 a Courmayeur, diventare guida e maestro di sci fu come ripercorrere le tracce di chi lo aveva preceduto.

Una dinastia di alpinisti

Cesare Ollier era figlio di Ottavio - guida - e di Luigia Petigax, a sua volta discendente di una dinastia di grandi alpinisti. Il nonno materno di Cesare era Joseph Petigax, che con Luigi Amedeo di Aosta - il leggendario Duca degli Abruzzi - partecipò a diverse missioni sull’intero arco alpino. Sull’altro ramo dell’albero genealogico figura Felice Ollier - nonno di Cesare - mai più tornato da una missione esplorativa al Polo Nord e prima di lui il bisnonno Cesare, padre di Felice, che sempre con il Duca degli Abruzzi fu protagonista di una delle prime spedizioni sulle montagne africane.

Normale quindi che il piccolo Cesare avesse sentito racconti di montagna sin da bambino. Nato il 21 marzo del 1940 a Courmayeur, aveva così intrapreso le carriere di maestro di sci e di guida alpina, inoltre per trent’anni si era anche dedicato allo sci di fondo, visto che dal 1981 al 2012 aveva curato la pista della Val Ferret. A metà degli anni Sessanta, frequentando una gastronomia del centro del paese, conobbe Irma Filippetto, la donna che sposò nel 1967.

La dote che aveva Cesare Ollier era quella di sapere vivere il suo tempo. Che non si misura necessariamente con un orologio al polso, quando piuttosto guardando scorrere le stagioni. L’estate a Lavachey, al laghetto di pesca sportiva, la caccia d’autunno e lo sci che prendeva tutto l’inverno e pure gran parte della primavera. Il tutto con un unico comune denominatore, la Val Ferret. Cesare Ollier abitava al Villair di Courmayeur, ma il suo cuore batteva sempre e comunque in quella vallata che aveva scoperto da ragazzino e che aveva imparato a conoscere palmo a palmo nel corso degli anni.

Non c’era canalone o piccolo torrente che avesse segreti per lui, tanto che appena l’estate scorsa - durante l’ennesima chiusura della strada della Val Ferret a causa del pericolo di crollo di parte del ghiacciaio di Planpincieux - a La Vallée Notizie aveva dichiarato. “Io so quello che vedo. Quel ghiacciaio fa così da sempre e farà sempre così. Che d’inverno possa venire una valanga lo so, d’estate scarica sempre qualcosina senza però creare problemi a nessuno”. In effetti grossi problemi non ve ne erano stati, fatta eccezione proprio per quella chiusura preventiva della strada nel momento clou della stagione. Cesare Ollier trascorreva l’estate a Lavachey dal 1976, quando insieme alla moglie Irma Filippetto decise di prendere in gestione il laghetto di pesca sportiva. Gli appassionati lo presero subito in simpatia, perché Cesare aveva la capacità di farsi volere bene, come gli era successo con i clienti in montagna e sulle piste da sci, altrettanto accadde con le nuove conoscenze nel mondo della caccia. Nonostante gli ottant’anni, Cesare Ollier non aveva mai abbandonato la doppietta e solo pochi mesi fa - sul finire della stagione - aveva portato a casa un cervo di straordinaria qualità. Dalle sue carni aveva ricavato salsicce e mocette che stava affinando quando si è sentito male, costringendo i familiari a portarlo in ospedale ad Aosta, dove è deceduto nella giornata di sabato scorso 16 gennaio. Martedì 19, nella chiesa di San Pantaleone di Courmayeur, sono stati celebrati i funerali. Cesare Ollier lascia la moglie Irma Filippetto, il figlio Roberto, il fratello René Petigax e la sorella Gabriella Ollier.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031