Dal giornale

Brissogne, per l’area di Les Iles allo studio modifiche al bando Il rischio è che rimanga chiusa

Brissogne, per l’area di Les Iles allo studio modifiche al bando Il rischio è che rimanga chiusa
Dal giornale 17 Aprile 2021 ore 23:47

L’area ludico-sportiva di Les Iles a Brissogne è croce e delizia per gli amministratori locali. Delizia perché si tratta di un’infrastruttura di grande valore, immersa nel verde, dotata di bar, ristorante, piscina e campo da golf. Croce perché per questo piccolo gioiello non si trova un gestore. Il bando di gara che si è chiuso alla fine dello scorso mese di marzo è infatti andato deserto. Un esito che non sorprende, in un periodo di crisi e di totale incognita sul futuro come quello attuale. Tuttavia la prospettiva proposta - quella del contratto trentennale - sembrava permettere di guardare più sul lungo periodo e al di là di un’emergenza sanitaria che - si spera - presto o tardi finirà. E anche il canone d’affitto - 30mila euro annui a base di gara - non pareva eccessivo, considerato il valore della struttura. Ad aver frenato le società interessate pare sia stato soprattutto l’obbligo di stipulare una fideiussione a favore del Comune di Brissogne del valore di 336mila euro, da rinnovare ogni 5 anni.

«Siamo consapevoli che l’elevato ammontare della fideiussione abbia costituito un ostacolo. - ammette il sindaco di Brissogne Bruno Menabreaz - Si tratta tuttavia di un obbligo di legge per questo tipo di bandi, nei quali si richiede una garanzia fideiussoria pari al 10 per cento del fatturato ipotizzato. Abbiamo cercato di tenere la cifra più bassa possibile ma la legge parla chiaro. Ora, visto che il bando è andato deserto, dovrebbe essere possibile - e lo stiamo verificando con il nostro studio legale - ridurre il valore della fideiussione nella nuova gara. Stiamo inoltre valutando se modificare la durata del contratto, magari adottando la formula dei 15 anni rinnovabili per altri 15: tutto però è ancora in fase di discussione, lo definiremo nelle prossime settimane».

In attesa che venga proposto un secondo bando di gara, il Comune intende procedere con una manifestazione di interesse con lo scopo di aprire la struttura almeno in questa stagione.

«Credo che - come avvenuto lo scorso anno - non ci siano problemi a trovare un gestore per il bar e la piscina. - conclude il sindaco Bruno Menabreaz - Più complesso è il discorso per il ristorante e per il campo da golf, che pure è mantenuto e sarebbe perfettamente utilizzabile. E’ chiaro che, nell’attuale situazione di incertezza, non è facile trovare qualcuno che si assuma questo impegno».

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè