Dal giornale

Bilancio positivo per il ritorno “sotto le stelle” di Strade del Cinema

Bilancio positivo per il ritorno “sotto le stelle” di Strade del Cinema
Dal giornale 13 Agosto 2022 ore 06:02

Si è tornati al cinema sotto le stelle, con la rassegna 2022 di Strade del Cinema, ospitata nel cortile della Cittadella dei Giovani di Aosta e conclusasi mercoledì scorso, 9 agosto. Qualcosa è cambiato, in vent’anni di presenza, con gli alti e bassi dovuti alla disponibilità di fondi e di risorse, poi con il rallentamento dovuto alla pandemia. Ora si è tornati all’aria aperta con la novità di una campagna sui social curata da uno staff giovanissimo. «La risposta del pubblico è stata buona - commenta il direttore artistico Enrico Montrosset - anche patendo un po’ la meteo, che non dipende da noi. Il cortile della Cittadella si conferma un posto accogliente, si torna a un clima antico di Strade del cinema, quando senza nulla sulla testa vedevi le nuvole, il cielo: questo è il bello del cinema all’aperto». La scelta del programma è stata apprezzata dal pubblico: “Aelita” di Jakov Aleksandrovic Protazanov, l’omaggio a Pier Paolo Pasolini, ”Soljaris (Solaris)” di Andrei Tarkovskij, ”The lodger (Il pensionante)” di Alfred Hitchcock, con musiche dal vivo. «Solo strada facendo vedi se i contenuti che hai pensato hanno effettivamente una coerenza. - continua Enrico Montrosset - Il pubblico è stato stimolato all’interesse per il giorno dopo con nell’anima quello che aveva visto il giorno prima». I post su Facebook, Instagram e TikTok hanno anticipato e accompagnato il percorso. «I numeri sono stati alti anche sui social. - continua il direttore artistico - Nella comunicazione bisogna lavorare con anticipo e attuare azioni diversificate per sollecitare le fasce più giovani. Nella serata dedicata a “Blade Runner”, lunedì 8 agosto, sono arrivati molti giovani che non l’avevano mai visto. Questo segna un po’ l’aspetto culturale e informativo di Strade del Cinema: non un festival nostalgico, ma un’azione di recupero, condivisione, creazione. Sulla comunicazione c’è sempre da fare, cambiano i contesti congiunturali, le location, occorre sempre aggiustare il tiro in corso d’opera, non tanto per ottenere un riscontro o seguire la moda o i like, ma per proporre qualcosa di cui siamo convinti al di là di tutto. L’associazione si è rimpinguata di nuove persone, c’è voglia di essere e progettare, si può pensare ad azioni durante l’anno, vedremo quali».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Settembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930