«Bene i nuovi stalli, ma ne servirebbero degli altri»

«Bene i nuovi stalli, ma ne servirebbero degli altri»
Pubblicato:
Aggiornato:

Nei giorni scorsi 3 tre stalli bianchi per la sosta con limite orario oltre a 1 giallo per le operazioni di carico e scarico merci sono stati nuovamente tracciati dal Comune davanti all'ingresso del Bistrot de la Gare, locale situato nella stazione ferroviaria di Aosta. Parcheggi che erano stati eliminati mesi fa a favore dei bus per il servizio di sostituzione dei treni, fermi per 3 anni per lavori di elettrificazione della linea. Una situazione che aveva quasi dimezzato il lavoro del Bistrot de la Gare. Gianluca Genestrone, il titolare, mostra un cauto ottimismo per questo parziale ritorno al passato e, innanzitutto, ringrazia l’Amministrazione comunale che, con quella Regionale e in collaborazione con i Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, «Ha riconosciuto la grande difficoltà che il nuovo piano della viabilità di piazza Manzetti ha provocato alla nostra attività. Questi 3 parcheggi hanno creato di nuovo un pochino di movimento, quindi per il momento sono soddisfatto per il risultato ottenuto, anche se tutto ciò non basta ancora». Gianluca Genestrone spiega che «Con il cambio di abitudini dovuto alla mancanza di parcheggi, i settori più penalizzati sono stati, e lo sono tuttora, il bar, la ristorazione e tavola fredda, mentre il servizio di tabaccheria lentamente si sta riprendendo». Gianluca Genestrone ammette che «Per il momento non posso che ringraziare anche se di più non mi è stato concesso. Negli ultimi 15 anni ho superato diverse difficoltà. Devo andare avanti, quindi affronterò anche questa».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031