Dal giornale

Aymavilles, via libera all’intervento per far rinascere la scuola di Ozein

Dal giornale 05 Febbraio 2022 ore 14:26

Avrà una nuova vita l’ex scuola di Ozein dove, grazie ad un corposo intervento di riqualificazione portato avanti dal Comune e dall’Ente Parco Gran Paradiso, verrà creato un centro culturale con spazi espositivi e museali, sale per conferenze e attività a beneficio non solo degli abitanti del paese, anche dei turisti che da alcuni anni hanno ripreso a frequentare la località. Se ne è discusso nella serata di giovedì scorso, 3 febbraio, in Consiglio comunale, con l’approvazione della convenzione per l’attuazione della proposta progettuale riguardante i lavori di efficientamento energetico dell’edificio, nell’ambito del programma «Parchi per il clima», che consente di accedere a contributi dell’ente Parco per circa 300mila euro a fronte di 25 mila e 696 euro a carico del Comune.

«Si tratta di un progetto in cui crediamo molto - dichiara la sindaca Loredana Petey - e grazie alla collaborazione con l’Ente Parco, possiamo portarlo avanti in maniera adeguata, andando a recuperare tutta la porzione del sottotetto che al momento è inutilizzata. In passato il Comune aveva già provveduto a sistemare alcuni locali al piano terreno, ma grazie a questi nuovi fondi si potrà procedere all’efficientamento energetico, andando a realizzare un nuovo tetto, infissi e un cappotto termico».

Un intervento che sfiora i complessivamente i 500 mila euro.

La Sindaca ripercorre la storia della vecchia scuola del villaggio. «Nel 1866 Ozein contava 500 abitanti e circa un’ottantina di bambini in età scolare ma l’insegnamento avveniva all’interno di case private. Sul sedime della scuola attuale vi era una casa appartenente a Etienne Jorioz che venne distrutta da un incendio nel 1835. Il canonico Claude-Joseph Teppex, divenutone proprietario, la donò alla Consorteria di Ozein con atto del 16 settembre 1878 per costruire l’edificio scolastico. L’esecuzione dei lavori fu molto rapida e terminò il 28 dicembre 1880. L’edificio, rimodernato nel 1968, è stato utilizzato fino alla fine degli anni Settanta» spiega Loredana Petey.

Sempre in consiglio è stato approvato il bilancio di previsione 2022 che pareggia sulla cifra di 5 milioni e 76 mila euro. Nel documento contabile figurano 86 mila euro per il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza, 75 mila per il rifacimento dei marciapiedi all’ingresso del paese, 10 mila per la progettazione della riqualificazione della viabilità interna di località Champessolin, 15 mila per l’acquisto di giochi per i parchi giochi di Saint-Lèger e Ferrière, 20 mila per il completamento della cartellonistica turistica e 63 mila euro per l’efficientamento energetico del campo sportivo.

E vi sono importanti novità per la ricostruzione del ponte sulla strada regionale di Cogne, in località Chevril nel Comune di Aymavilles, un’opera particolarmente attesa, considerato l’elevato traffico giornaliero di auto e mezzi. Nei giorni scorsi è stata sottoscritta l’intesa fra la Regione e l’Amministrazione comunale di Aymavilles grazie alla quale sarà possibile procedere al completamento dell’iter progettuale e all’affidamento dei lavori, dal costo di 4,5 milioni di euro (nella foto, un rendering).

«I lavori consentiranno di mettere in sicurezza un importante tratto della strada regionale. - sottolinea Loredana Petey - Auspichiamo che gli interventi di messa in sicurezza della regionale 47 possano proseguire con la sistemazione degli altri punti critici, in particolare sui versanti a rischio, e con l’avvio dei lavori per la viabilità alternativa nei pressi del Castello, che verrà riaperto tra poco, per rendere più sicuro il percorso che collega Aymavilles a Cogne, unica via di accesso alla vallata».

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè