Dal giornale

Aosta, Gressan e Cogne: un’alleanza per turismo, sport, cultura e trasporti

Aosta, Gressan e Cogne: un’alleanza per turismo, sport, cultura e trasporti
Dal giornale 18 Giugno 2022 ore 13:01

Nel Salone Ducale del Municipio martedì scorso, 14 giugno, è stato siglato un protocollo d’intesa tra i Comuni di Aosta, Gressan e Cogne dai rispettivi sindaci Gianni Nuti, Michel Martinet e Franco Allera. La nuova sinergia punta a valorizzare le eccellenze di ognuno dei 3 territori, per unirle e creare un grande polo turistico - e non solo - lungo la Valle centrale, per portare anche la Plaine tra le attrattive valdostane insieme, ad esempio, alla zona del Monte Bianco, del Cervino, del Monte Rosa: questi gli obiettivi, affidati ad una cabina di regia che si metterà al lavoro per mettere in campo le varie azioni.

«Da oggi si lavora su assi paralleli, con i vari Assessorati delle tre Amministrazioni che dialogheranno tra di loro. - ha annunciato il sindaco di Aosta Gianni Nuti - Abbiamo tutti da guadagnarci. Si tratta di mettere a sistema iniziative già esistenti e sarà fondamentale che gli operatori si consorzino».

Un’unione che vuole anche essere da esempio, sviluppando un modello di trasporto green - forti della presenza del Parco Nazionale Gran Paradiso con Cogne -, per un modo nuovo di vivere la montagna, la cultura e lo sport. Proprio su queste 3 direzioni Aosta, Cogne e Gressan lavoreranno. Non a caso, perciò, il sindaco di Cogne Franco Allera precisa che «Le peculiarità diverse sui nostri territori serviranno a far crescere il polo turistico». Il sindaco di Gressan Michel Martinet gli fa eco: «Con Aosta ci sono continuamente scambi, basti pensare alla zona sportiva ed alla pista ciclabile, collegata da una passerella, come “valvola di sfogo” della città, ma anche al concerto di Jovanotti, che si terrà sì all’area verde, ma con l’apporto fondamentale del Comune di Aosta. L’intenzione della società Pila Spa è quella di incentivare il turismo con il nuovo impianto, e lasciare aperte le porte di un possibile collegamento con Cogne, che noi vedremmo tutti molto favorevolmente».

Gli obiettivi del protocollo d’intesa tra Aosta, Cogne e Gressan sono di condividere una linea di promozione e sviluppo turistico del comprensorio Aosta/Gressan - Pila/Cogne attraverso il coordinamento dei rispettivi Programmi di Sviluppo Turistico, l’organizzazione coordinata di iniziative disseminate sui vari territori e la valorizzazione reciproca delle specificità e degli eventi caratterizzanti di ogni località coinvolta creando, di fatto, un asse turistico strategico del centro Valle d’Aosta. Poi di promuovere congiuntamente politiche di sviluppo, in particolare ponendosi nei confronti della Amministrazione regionale - anche per il tramite della sua controllata Pila SpA, ovvero l’attuale soggetto gestore non solo del comprensorio sciistico di Pila, ma anche del suo collegamento con Aosta e l’area denominata FA08 e di Vallée d’Aoste Structure - come coordinamento territoriale interessato allo sviluppo integrato di politiche di accoglienza, di riqualificazione urbana, di edificazione di nodi intermodali volte a favorire il decongestionamento del traffico urbano e la promozione della mobilità green. Quindi di valorizzare e potenziare itinerari, vie e sentieri che percorrono i territori dei vari comuni identificando strumenti narrativi, descrittivi e promozionali coordinati, storicamente radicati e utili a promuovere le microeconomie locali. Inoltre di promuovere congiuntamente iniziative sportive e ricreative di interesse comune, favorendo l’interscambio di flussi turistici interessati al trekking, a piedi e in bicicletta, e all’interazione tra città e territorio limitrofo. Un altro obiettivo è quello di organizzare congiuntamente manifestazioni sociali, culturali e sportive a rilevanza turistica per le quali si preveda una compartecipazione economica e una collaborazione di risorse umane in capo ai rispettivi enti, per operare anche in territori di competenza degli altri enti affiliati, previa stipula di specifici accordi di collaborazione intercomunale. Non manca lo sforzo di sostenere prodotti a chilometri 0, in particolare da agricoltura biologica e ecosostenibile attraverso iniziative itineranti, facilitando rapporti con enti di formazione e di ricerca, con istituti per lo studio e la valorizzazione delle filiere corte e bio, facilitando la visita a centri di produzione agricola, alimentare e dell’allevamento nei territori coinvolti e creare reti di scambio tra produttori e ristoratori, anche per sperimentare e validare nuove proposte agroalimentari ed enogastronomiche. L’accordo prevede di incrementare la qualità delle iniziative e dei servizi a rilevanza sociale presenti sui vari territori, creando reti di relazione e di scambio tra esperienze, in particolare quelle innovative, di sostegno sociale alle fasce fragili, ai giovani, alle persone anziane attive e non autosufficienti, alle persone con disabilità allo scopo di far crescere la loro qualità della vita in piena integrazione con i loro luoghi di appartenenza. Si vuole pure favorire l’ideazione e la promozione di iniziative di cittadinanza, solidarietà e di mutuo aiuto sui territori in modo coordinato. L’intenzione è anche di intercettare e partecipare congiuntamente a linee di finanziamento regionali, nazionali ed europee su tematiche di interesse comune, in particolare sulla comunicazione, i trasporti (con particolare attenzione a quelli ad emissioni zero), la valorizzazione dei patrimoni comuni ambientali, storici, culturali e turistici.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930