Aosta, dal Comune 43 mila euro a Tavola amica e Quotidiamo

Pubblicato:
Aggiornato:

Il Comune di Aosta ha stanziato nel novembre scorso poco meno di 43mila euro per far fronte alla situazione delle famiglie aostane che versano in una situazione di povertà alimentare. Uno stanziamento che ha accolto la proposta di collaborazione avanzata dalla Fondazione Opere Caritas di Aosta, destinata a Tavola amica e all'Emporio solidale Quotidiamo. «C'è una problematica legata alla povertà alimentare che va affrontata» dichiara l'assessora comunale alle Politiche sociali Clotilde Forcellati. Tavola amica ha destinato i fondi (20mila euro) all'implementazione del servizio, acquistando e distribuendo pasti caldi. «La mensa Tavola amica è un servizio attivo tutti i giorni dell'anno che serve il pranzo a tutti coloro che si presentano. - spiega Andrea Gatto, direttore della Caritas diocesana di Aosta - Nei mesi di novembre e dicembre, grazie ai finanziamenti del Comune di Aosta, abbiamo integrato anche la distribuzione di un pasto da asporto da consumare a cena, e il servizio ha avuto successo, con una media di circa 60 utenti al giorno». L'Emporio solidale Quotidiamo ha investito i fondi ricevuti (23mila euro) nell'acquisto di 655 cassette di generi alimentari "freschi" di prima necessità distribuite alle persone segnalate dai servizi sociali e di prodotti a lunga conservazione, destinati al punto distribuzione di via Avondo che, nel 2023, ha sostenuto 122 nuclei familiari.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Marzo 2024
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031