Dal giornale

Anno giudiziario del Tar: «Ricorsi in calo perché troppo costosi»

Anno giudiziario del Tar: «Ricorsi in calo perché troppo costosi»
Dal giornale 02 Aprile 2022 ore 13:13

Il contenzioso amministrativo, nel 2021, in Valle d'Aosta è diminuito. Lo ha detto la presidente del Tar valdostano Silvia La Guardia durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario che si è tenuta martedì scorso, 29 marzo, alla Biblioteca regionale “Bruno Salvadori” di Aosta. Lo scorso anno sono stati 56 i nuovi ricorsi presentati, contro gli 80 del 2020. Un dato in contrasto con la tendenza nazionale che dopo una flessione nel 2020, a causa della pandemia, lo scorso anno ha registrato un incremento. Nel 2021 sono stati 67 i ricorsi definiti. I provvedimenti emessi sono stati 115, di cui 61 sentenze e 4 sentenze brevi. Per quanto riguarda il giudizio cautelare sono state emesse 26 ordinanze e 7 decreti. «I nuovi ricorsi pervenuti al nostro Ttribunale - commenta la presidente del Tar valdostano Silvia La Guardia - esprimono una reale e attuale domanda di giustizia, sia essa legata a correggere errori all'amministrazione, o di dissipare incertezze sull'applicazione delle regole». In merito alle ragioni della riduzione, secondo la presidente Silvia La Guardia «Non è certo agevole analizzare le cause di questi fenomeni, perché, se il languire dell’economia o la sua ripresa possono influire, sono comunque molti i fattori suscettibili di avere una qualche incidenza sulle oscillazioni del flusso». Un «Fattore deflattivo del contenzioso - ha comunque sottolineato la presidente Silvia La Guardia - è, in certo qual modo e combinata con l’onerosità fiscale delle liti, la stessa celerità di definizione dei ricorsi», che «Costituisce una costante di questo Tar». Per quanto riguarda la tipologia dei ricorsi, quelli in materia di urbanistica ed edilizia sono stati 14, seguiti da quelli per gli appalti pubblici e concessioni che sono stati 9 per ciascuna materia, in linea con quelli presentati nel 2020. Sono passati da 3 a 5, invece, quelli in materia di sicurezza pubblica. Per quanto riguarda il contenzioso in materia di immigrazione i ricorsi sono aumentati passando da 1 a 3. «Se il contenzioso dal punto di vista numerico è proporzionato alle dimensioni della Regione - continua la presidente del Tar Silvia La Guardia - sul piano contenutistico raccoglie tutti i campi del diritto amministrativo. Il contenuto numero dei ricorsi ha permesso di definirli in tempi brevi».

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè