Dal giornale

Alla Gastronomia L’Arena di St-Christophe gusto e genuinità sono sempre nel menu

Alla Gastronomia L’Arena di St-Christophe gusto e genuinità sono sempre nel menu
Dal giornale 07 Maggio 2022 ore 10:10

Nata alla fine del 2020 da un’idea di Matteo Bergonzo e della moglie Nela Melinte, appassionata di cucina e con precedenti esperienze nel campo della ristorazione, la Gastronomia L’Arena di località Croix-Noire, a Saint-Christophe, a fianco dell’enoteca La Clavalité, ha iniziato in piena pandemia cavalcando il filone dell’asporto, per poi ampliarsi in un dehors per consentire a chi lavora in zona di consumare direttamente nel locale un pasto all’insegna di gusto, genuinità e materie prime di qualità. L’attività, di cui entrambi sono titolari, è seguita dalla moglie che si dedica alla cucina e al banco si avvale di una collaboratrice, Monica Vuillermoz, mentre Matteo Bergonzo, con una diversa attività, si occupa di forniture alberghiere.

«Avendo facilità a reperire gli strumenti e grazie alla passione per l’enogastronomia di Nela, ho acquistato l’immobile e ci siamo lanciati in questo progetto, lavorando molto bene fin da subito nelle festività di Natale e Capodanno. - spiega Matteo Bergonzo - Poi, firmando convenzioni con vari enti, in particolare con la Regione, abbiamo creato uno “zoccolo” di clienti che tutti i giorni vengono da noi a pranzo, trovando sempre un menu diverso e prodotti freschi». Attualmente il locale è aperto dalle 9.30 alle 14 e dalle 16 alle 19, offrendo per la sera solo l’asporto ma con potenzialità di crescita. «Abbiamo il progetto di ampliare il dehors esterno e di allargare anche gli spazi interni a una sala attigua, che permetterà di dedicare una zona solo alla ristorazione anche nelle stagioni più fredde o la sera per apericena e cene, a partire da taglieri di salumi e formaggi e aperitivi rinforzati, allungando anche l’orario di apertura» prosegue il titolare.

La cucina propone alcuni antipasti - tra i quali flan con Bleu d’Aoste, insalata russa, vitello tonnato, polpo e patate - due o tre primi sia locali che nazionali - come lasagne, gnocchi alla sorrentina, crespelle alla valdostana e tanto altro - e altrettanti secondi con contorni come brasato al barolo, polpettone di carne, arista al latte, scaloppine al limone con tris di verdure e cavolfiori gratinati al forno, solo per citarne alcuni. Infine i golosi dolci: tiramisù, crostata ai frutti di bosco, panne cotte e bunet, tutti fatti in casa.

Tra i fornitori figurano anche piccoli produttori locali, sui quali vi è un’attenzione particolare: per frutta e verdura Au Potager de Grand Mère di Fénis, per i formaggi l’azienda Duclos di Gignod, il salumificio Segor di Villeneuve e il prosciuttificio di Saint-Oyen per il cotto alla brace. Per i vini, le aziende agricole Lo Triolet di Introd e La Vrille di Verrayes, che coesistono insieme a etichette di barbera, dolcetto e prosecco; e ancora, Les Bières du Grand Saint Bernard e l’acqua delle Sorgenti del Monte Bianco.

L’unico giorno di chiusura è la domenica. La gastronomia è aperta tutto l’anno salvo periodi di ferie. Per prenotare, telefonare al numero 331 1402731.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè