Al Castello di Bosses si inaugura la mostra con le opere di Fulvio Vicquéry, Salvatore Cosentino e Michele Turco

Pubblicato:
Aggiornato:

Si inaugura oggi, sabato 6 luglio, alle 17, al Castello di Bosses, la mostra che contiene le esposizioni “Fil rouge” di Fulvio Vicquéry, “Serie nature” di Salvatore Cosentino e “Il mondo che verrà” di Michele Turco. L'evento apre la stagione degli eventi estivi del Comune di Saint-Rhémy-en-Bosses, con il sostegno del Consiglio Valle.

I tre artisti valdostani, con sensibilità e stili diversi, presentano la loro visione del mondo tra ricerca, precisione ed evocazione: acquerelli, carta intagliata, aerografo, olio su tela sono le tecniche usate dagli artisti per rappresentare al meglio le loro opere, raffigurando anche usi e tradizioni tipici della vallata del Gran San Bernardo. Il Castello di Bosses diventa così l’ideale fil rouge che collega queste tre personalità, in un’esposizione che omaggia la sincerità, la concretezza e la passione creativa.

La mostra sarà aperta da domani, domenica 7 luglio, a domenica 1° settembre, tutti i giorni (lunedì escluso) dalle 11 alle 19.

Fulvio Vicquéry ha frequentato il liceo artistico di Brera a Milano e la facoltà di architettura all'Università di Torino. Designer da oltre quarant'anni, alterna le matite colorate, i pennelli e la computer grafica con i suoi programmi di disegno, ritocco fotografico, impaginazione e montaggio video. Negli ultimi anni si è avvicinato alla tecnica della carta intagliata e parallelamente esplora la costruzione di solidi tridimensionali realizzando complementi d’arredo con carte di varia grammatura dipinta o stampata in precedenza e sovente decorata con cristalli Swarovski, noti per filtrare e scomporre la luce in lampi colorati.

Salvatore Cosentino, dopo il diploma all’Accademia di belle arti di Firenze, si è dedicato alla didattica dell’arte oltre che a illustrazione, pittura e decorazione privilegiando la tecnica dell’aerografo. Nel 1995 ha iniziato la collaborazione con lo studio MsArtrix Design di Aosta con creazioni e decorazioni di moto custom. Dal 2017 ha svolto attività di docenza nei corsi di aerografia organizzati dal Dc Center a Torino e collabora con Droma Sport di Milano per la decorazione di scarpe sportive. Dal 1995 fa parte della Associazione Aerografisti Italiani e promuove l’arte della tecnica attraverso eventi, corsi ed esposizioni su tutto il territorio italiano.

Michele Turco ha avviato la sua ricerca artistica nel 1972, improntandola a una rilettura del linguaggio delle avanguardie storiche. Nel corso degli anni ha attraversato una serie di cicli pittorici, realizzando quadri di ispirazione metafisico-surrealista, quindi traendo spunto dall'esperienza impressionista di Manet e dall'espressionismo astratto americano per ampliare poi la sua ricerca a nuovi materiali, anche di recupero. Nel 2023 ha ripreso la pittura a olio e ha creato una serie di quadri di impronta impressionista con la tecnica del “dripping” con campiture monocrome, realizzando una serie di esposizioni personali in Italia e in Europa.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031