Ai Vespa World Days anche gli appassionati i valdostani

Ai Vespa World Days anche gli appassionati i valdostani
Pubblicato:
Aggiornato:

Anche tanti appassionati valdostani hanno partecipato ai Vespa World Days 2024 che da giovedì 18 a domenica 21 aprile si sono tenuti per la prima volta a Pontedera, sede della Piaggio dove il celebre mezzo nacque nel 1946 e dove è ininterrottamente prodotto da allora. La manifestazione ha riscosso un successo che non ha precedenti nelle scorse 70 edizioni: sono stati 15mila gli scooter Piaggio che, dal centro di Pontedera, hanno sfilato per le colline della provincia di Pisa per poi rientrare al Vespa Village, cuore della grande festa. «E’ andato tutto bene, - racconta Claudio Marconcini di Morgex - nonostante le temperature rigide, specialmente durante il viaggio, il rischio di pioggia e neve al passo della Cisa. Buona l’organizzazione dell’evento, peccato che non ci fossero gli stand di pezzi di ricambio solitamente presenti in queste occasioni». Soddisfatto pure Jean-Claude Aiazzi di Aosta, presidente del Vespa Club Saint-Vincent e dell’Ape Club d’Italia nel cui stand era presente la sezione di Aosta. «Ci siamo divertiti - riferisce Jean-Claude Aiazzi - e ora guardiamo all’appuntamento a Chieri di sabato 21 e domenica 22 settembre per il raduno di Ape Piaggio costruite tra il 1946 e il 1965».

I Vespa World Days a Pontedera con da sinistra Lucia Marina Gandelli, Fulvio Obino, Vittorio Vauthier, Claudio Marconcini, Ermes Rosset, il presidente del Vespa Club Aosta Moreno Jacquemod, Giovanni Piccinelli e Andrea Magnani. Sotto, da sinistra, Daniele Mombelli, Marco Pettenuzzo e il presidente del Vespa Club St-Vincent nonché dell’Ape Club d’Italia Jean Claude Aiazzi

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031