Dal giornale

Addio a Gianna Sentieri, fu l’anima del Ristorante Vecchia Aosta e dell’Agenzia Omega

Addio a Gianna Sentieri, fu l’anima del Ristorante Vecchia Aosta e dell’Agenzia Omega
Dal giornale 09 Gennaio 2021 ore 03:15

Era una donna energica, che amava la vita e con tanta voglia di lavorare, Gianna Sentieri. Aveva un carattere esuberante, solare, ereditato dalla sua famiglia originaria di Collagna, in provincia di Reggio Emilia. Nata il 12 agosto 1951, Gianna Sentieri giunse in Valle d’Aosta da bambina con i genitori Pietro Sentieri e Silvana Galli perché il padre era stato assunto all’Illsa Viola di Pont-Saint-Martin, paese in cui la famiglia si stabilì. Giovanissima conobbe Ennio Brochet: i 2 si innamorarono e si sposarono il 5 maggio 1969 a Superga, quando lei aveva appena 18 anni e lui 21. La coppia si trasferì ad Aosta dove Ennio Brochet lavorò inizialmente nel negozio di famiglia Tendart che era in via Festaz. Attività poi ceduta per intraprendere un percorso imprenditoriale assieme alla moglie. Così nei primi anni Ottanta Ennio Brochet e Gianna Sentieri gestirono l’allora Ippopotam Bar in via Aubert nel centro storico della città, poi diventato Bar Juventus e quindi Caffè Aubert. La vera svolta giunse nel 1987, quando i coniugi Brochet aprirono il Ristorante Vecchia Aosta all’ombra della Porta Pretoria che divenne uno dei locali più in voga dell’epoca, con lui in sala e lei che lo aiutava e curava con grande abilità e lungimiranza l’amministrazione del locale. Una bella esperienza terminata nel 1997, quando Ennio Brochet e Gianna Sentieri inaugurarono in via Monte Emilius l’Agenzia Omega specializzata in pratiche automobilistiche. Un’attività nella quale lavorano i figli Luca, nato il 2 ottobre 1969, e Roberta, venuta alla luce l’8 gennaio 1979. Ed era proprio Gianna Sentieri che, dinamica e precisa, spesso e volentieri si recava al Pubblico registro automobilistico in Regione Borgnalle per i documenti necessari all’attività. Gianna Sentieri è mancata all’età di 69 anni domenica scorsa, 3 gennaio, all’Ospedale regionale di Aosta, dove era ricoverata in coma da un anno dopo che era stata colpita da un aneurisma. I funerali sono stati celebrati martedì 5 nella chiesa di Issogne e ora riposa nel cimitero del paese nella tomba di famiglia.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930