Ad Aosta la figlia dell’ideatore della biodanza “Tutti i livelli dell’essere vengono coinvolti”

Ad Aosta la figlia dell’ideatore della biodanza “Tutti i livelli dell’essere vengono coinvolti”
Pubblicato:
Aggiornato:

Lunedì 8 aprile prossimo sarà una giornata molto particolare dedicata alla biodioversità in natura e in cultura, patrocinata da Aipob - Associazione Internazionale Professionale Operatori Bioodanza Sistema Rolando Toro. Interverranno l’ecologa e ricercatrice del laboratorio di ecologia affettiva dell’Università della Valle d’Aosta Stefania Pinna, l’antropologa sociale e docente sia all’Università della Valle d’Aosta che al Ludes Lugano Campus Viviana Toro Matuk (figlia di Rolando Toro, ideatore della biodanza da tempo diffusa e praticata a livello internazionale) e la madre di quest’ultima, Eliane Matuk, direttrice della Scuola Modello di Biodanza Sistema Rolando Toro di Milano. «Biodiversità in natura e in cultura: in questa giornata diverse discipline si incontreranno per condividere dei punti in comune, quali comprendere e valorizzare la biodiversità per favorire il benessere umano e ambientale. - spiegano Stefania Pinna e Viviana Toro Matuk - I sistemi con un alto grado di biodiversità sono resistenti e resilienti, capaci di adattarsi ai cambiamenti. La particolarità di questo approccio è legata al fatto che tutti i livelli dell’essere verranno coinvolti: il livello cognitivo, quello emotivo e quello fisico. Sarà un’occasione per comprendere e sperimentare la bellezza e il beneficio della biodiversità attraverso il dialogo, la danza e il confronto tra esseri umani e natura. Sono stati quindi previsti - oltre a delle lezioni condotte in Università riservate agli studenti, durante le quali ne verranno evidenziate le basi teoriche - due importanti momenti di pratica aperti al pubblico e a partecipazione gratuita ma con prenotazione necessaria. Il primo si terrà con Eliane Matuk al Parco Saumont ad Aosta dalle 18 alle 19 e il successivo dalle 20 alle 22 al centro “Surya Chandra” a Saint-Christophe, in località Grand Chemin». Per partecipare a una o a entrambe le cosiddette “vivenzie” ci si può prenotare scrivendo all’indirizzo v.toromatuk@univda.it.

Stefania Pinna

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930