Dal giornale

Acqua, “caro bollette” nelle Unités Mont Rose e Walser Proteste tra i residenti: “Sgorga Barolo dai rubinetti?”

Dal giornale 17 Aprile 2021 ore 07:31

«Penso che sgorghi Barolo dai rubinetti di casa mia». E’ uno dei numerosi commenti di protesta che in questi giorni si sono moltiplicati in merito alle bollette dell’acqua che sono state recapitate ai residenti nelle Unités Mont Rose e Walser, che fanno parte di un unico subAto. Da più parti si segnalano aumenti notevoli nelle somme da pagare in confronto agli anni precedenti e costi più alti rispetto al resto della Valle d’Aosta.

A fare sentire la propria voce sono in particolare gli albergatori, che si trovano nella situazione di essere “cornuti e mazziati”. «Ho ricevuto una bolletta da 1.292,41 euro, di cui 438,20 euro di spese di depurazione, mi pare che siano cifre davvero esorbitanti! - esclama Maria Lorena Cella, titolare dell’Hotel Ristorante Le Coeur du Pont di Donnas - Come facciamo noi che lavoriamo nel turismo a permetterci esborsi del genere quando nel 2020 siamo stati aperti 5 mesi ed è da novembre che siamo chiusi? Dalla Comunità montana mi hanno persino confermato che i costi - già parecchio superiori alla media regionale e in linea con quella nazionale, dove però ci sono regioni del sud che soffrono di siccità e penuria di acqua - aumenteranno ulteriormente quando entrerà in funzione il nuovo depuratore: dove arriveremo? Dovremmo fare una raccolta di firme perché lamentarsi sui social non serve a niente».

«La bolletta dal 2019 al 2020 è aumentata del 3,5 per cento. - chiarisce il vicepresidente dell’Unité Mont Rose e sindaco di Donnas Amedeo Follioley - In questi anni c’è stato effettivamente un incremento progressivo che siamo riusciti a contenere per il 2021, quando, rispetto al 2020, i costi saranno gli stessi. Il problema, a mio parere, è che probabilmente sono aumentati i consumi a causa della pandemia che ci ha costretti a stare in casa per lunghi periodi. Ogni bolletta comunque ha una storia a sé. Nel mio caso personale, con 4 persone in famiglia, abbiamo consumato 50 metri cubi in più rispetto all’anno precedente. Va anche sottolineato che noi siamo gli unici in Valle d’Aosta ad aver dato applicazione alla legge che prevede la creazione di un subAto, mettendo insieme i 13 Comuni delle Unités Mont Rose e Walser. Il servizio nel 2020 è costato complessivamente 1 milione 268mila euro per la gestione di acquedotto, fognatura e depurazione di 13 Comuni. Ogni tratto di acquedotto nuovo, ogni intervento, la squadra che garantisce la manutenzione 7 giorni su 7, tutto ha un costo che poi finisce inevitabilmente in bolletta». «Anche per quanto riguarda il depuratore, la sua costruzione è un obbligo di legge, c’è già una sanzione a livello europeo a questo proposito. - prosegue Amedeo Follioley - Bisogna comunque tenere conto che entrerà in funzione se va bene tra un anno, poi per 5 anni la gestione sarà a carico della ditta. L’unica cosa certa è che nei prossimi anni dovremo usare l’acqua con oculatezza, perché i costi sono questi».

«Gli amministratori sono innanzitutto cittadini e a tutti piacerebbe fare pagare il meno possibile. - sottolinea la presidente dell’Unité Mont Rose Speranza Girod - Si cerca sempre di calmierare i costi, il problema è che tutte le spese devono finire in tariffa. L’aumento è stato del 3,5 per cento. Le bollette particolarmente costose sono dovute ad aumentati consumi; in alcuni casi non sono state fatte le autoletture e quindi ci sono dei conguagli. Che le nostre bollette siano le più care della Valle d’Aosta è da vedere, mi risulta che ci siano Comuni che hanno i nostri stessi costi. Noi siamo gli unici ad aver costituito il subAto rispettando la normativa. Lamentele? Per la verità nei paesi di montagna ne sento di più per la tassa sui rifiuti da parte di quelle persone che la pagano senza poter usufruire delle abitazioni: in quel caso non posso che dar loro ragione ma i nostri margini di manovra sono davvero pochi».

Un’altra cosa che ha fatto infuriare gli utenti è stato lo scarsissimo preavviso per il pagamento delle bollette. A questo, però, è già stato posto rimedio con il rinvio dei termini per il versamento a sabato 15 maggio prossimo.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè