Dal giornale

A Nomaglio è nata la Pro Loco: Isabella Bretti presidente Il Comune punta ai soldi del Pnrr con Settimo e Andrate

A Nomaglio è nata la Pro Loco: Isabella Bretti presidente Il Comune punta ai soldi del Pnrr con Settimo e Andrate
Dal giornale 09 Aprile 2022 ore 23:23

È nata formalmente sabato scorso, 2 aprile, la Pro Loco di Nomaglio. La cinquantina di soci aderenti - cifra ragguardevole considerato che Nomaglio non conta nemmeno trecento abitanti - ha eletto la presidente Isabella Bretti e il consiglio direttivo formato da Carlo Cassina (che sarà vicepresidente), Elisa Viglio (segretario), Eleonora Peller (tesoriere), Thierry Bretto, Cristina Busca, Emiliano Busca, Patrizia Busca, Davide Enrione, Ilaria Giansetto, Francesco Lucente e Elena Mania. La neo presidente Isabella Bretti ha illustrato ai presenti il logo dell’associazione, disegnato dalla nomagliese Federica Giansetto, che racchiude le peculiarità del territorio: una castagna percorsa da un sentiero di montagna. «Fra i nostri obiettivi - ha annunciato Isabella Bretti - figurano la ripresa della Sagra della Castagna e l’organizzazione a inizio novembre del Trail della Castagna, ma anche di serate musicali e gastronomiche estive e tornei sportivi, oltre al prosieguo delle celebrazioni delle tradizionali feste religiose del paese. Per prima cosa proporremo una cena inaugurale in cui tutti i soci, già iscritti e non, potranno proporre nuove idee e suggerimenti».

Il sindaco Ellade Peller ha poi illustrato un progetto che vede il Comune di Nomaglio capofila, candidato, insieme a Settimo Vittone e Andrate, per la misura del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza riguardante la rigenerazione culturale dei borghi: il progetto, “Sentieri di Cultura: da Scalero a Gazzera tra Settimo Vittone, Nomaglio e Andrate”, molto ambizioso (se risultasse vincitore, Nomaglio beneficerebbe di 1 milione e 600mila euro, Andrate e Settimo di 480mila euro ciascuno), ha come filo conduttore le figure del compositore canavesano Rosario Scalero e del pittore andratese Romano Gazzera. Fra gli interventi previsti: l’organizzazione di un Festival Scalero, lavori sul salone di Montestrutto, sulle mulattiere che percorrono i 3 Comuni e sull’essiccatoio di Nomaglio, il recupero della casa del pittore Romano Gazzera ad Andrate per mostre, concerti e coworking, la realizzazione di una Biblioteca e di uno spazio di coworking a Nomaglio e l’organizzazione del Festival delle Montagne di Mezzo; sempre a Nomaglio, il recupero delle baite comunali da utilizzare come albergo diffuso in collegamento con la casa per ferie nell’ex edificio scolastico, la promozione del territorio tramite cartellonistica e la realizzazione di un museo della cultura rurale.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè